Diamanti Archivi -

I tagli dei Diamanti: Scoprine i nomi e le caratteristiche!

I diamanti sono tra le gemme più affascinanti e desiderate al mondo, ma forse non tutti sono consapevoli del ruolo che il taglio gioca nella creazione di un gioiello di straordinaria bellezza. In questo articolo, esploreremo i diversi tagli dei diamanti e le loro caratteristiche uniche. Dalle classiche sfaccettature rotonde a tagli più audaci e innovativi, immergiti nel mondo dei diamanti e scopri quali tagli potrebbero rispecchiare il tuo stile e le tue preferenze.

Diamanti Maurizio Vitagliano
Diamanti Maurizio Vitagliano

Taglio Brillante Rotondo – Eleganza senza Tempo

Il taglio brillante rotondo è il taglio più popolare e classico per i diamanti. Con le sue 58 sfaccettature perfettamente posizionate, questo taglio massimizza la brillantezza e la scintillazione del diamante. È noto per la sua eleganza senza tempo e la capacità di catturare e riflettere la luce in modo spettacolare. Il taglio brillante rotondo è la scelta ideale per coloro che cercano un aspetto tradizionale e sofisticato.

Taglio Princess Diamanti – Un’eleganza Geometrica

Il taglio princess è un taglio quadrato o rettangolare che offre un tocco di modernità e audacia. Con i suoi angoli distinti e le sfaccettature a forma di piramide, il taglio princess offre un aspetto geometrico unico. Questo taglio è noto per la sua brillantezza e la sua capacità di nascondere eventuali imperfezioni. Se desideri un diamante che combini eleganza e modernità, il taglio princess potrebbe essere la scelta perfetta.

Taglio Smeraldo – Tagli Diamanti

Il taglio smeraldo è caratterizzato da un aspetto allungato e rettangolare con angoli smussati e grandi superfici piatte chiamate “vetri”. Questo taglio è rinomato per la sua eleganza e raffinatezza, nonché per la sua capacità di evidenziare la chiarezza del diamante. Le ampie vetrate del taglio smeraldo offrono una visione nitida e cristallina del diamante, facendo risaltare la sua bellezza interna.

Altri Tagli Innovativi e Unici

Oltre ai tagli classici, esistono molti altri tagli innovativi e unici che offrono uno stile distintivo. Ad esempio, il taglio cuore, che è romantico e ideale per gioielli simbolici. Il taglio marquise, con la sua forma allungata ed elegante. Il taglio ovale, che offre un aspetto sofisticato e allungato. E il taglio pear (o goccia), che combina la forma rotonda con un’estremità appuntita, creando un design affascinante. Ogni taglio ha le sue caratteristiche uniche e può essere scelto in base al tuo gusto personale e allo stile desiderato.

 

Per info, preventivi o per avere il Catalogo Gratuito clicca sul bottone verde qui sotto 👇

Leggi i nostri articoli che parlano di:

diamanti

Diamanti

I diamanti sono una scelta popolare per creare gioielli di lusso. Questi cristalli di carbonio puri sono stati apprezzati per la loro bellezza e rarità nei secoli. I diamanti vengono utilizzati per creare gioielli di vario tipo, come anelli di fidanzamento, orecchini, braccialetti e pendenti. In questo articolo, esploreremo i vari aspetti dei diamanti e come scegliere il diamante perfetto per il tuo gioiello.

Diamanti Maurizio Vitagliano

I diamanti sono valutati in base a quattro criteri noti come “4C”:Carat, Colour, Clarity and Cut (caratura, colore, purezza e taglio). La caratura si riferisce al peso del diamante, il colore indica le gradazioni del bianco presente in natura, il taglio riguarda la forma e la proporzione del diamante e la purezza si riferisce alla presenza, o meno, di inclusioni e imperfezioni all’interno del diamante.

La caratura dei diamanti 

La caratura è il criterio base nella valutazione dei diamanti. I diamanti più grandi sono generalmente più costosi e più rari rispetto a quelli più piccoli. Tuttavia, un diamante di piccola caratura può avere un colore, un taglio e una purezza eccezionali, rendendolo più prezioso di un diamante di grande caratura

Come valutare i diamanti dal colore 

Per valutare il colore è necessario posizionare i diamanti nella piega di un cartoncino perfettamente bianco, con l’apice della pietra rivolto verso l’alto, è infatti questa la posizione giusta per l’osservazione del colore.Il colore viene valutato su una scala da D (bianco splendente) a Z (giallo o marrone). I diamanti con un colore più elevato sulla scala sono più rari e quindi più costosi.

Quelli incolori, come quelli della categoria D-F, sono considerati i più rari e preziosi. Questi diamanti hanno un colore molto debole o assente, il che li rende molto desiderabili per i gioielli di lusso.

I diamanti con un colore leggermente più elevato, come quelli della categoria G-J, hanno ancora un colore molto debole e sono considerati di alta qualità. Anche questi sono molto apprezzati per la creazione di gioielli di lusso avendo anche un prezzo inferiore rispetto ai diamanti incolori.

Diamanti con un colore più elevato sulla scala, come quelli della categoria K-Z, hanno un colore più evidente e sono generalmente meno costosi rispetto a quelli incolori o con un colore debole. Tuttavia, questi diamanti possono ancora essere utilizzati per creare gioielli di qualità.

In generale, si consiglia di scegliere un diamante più incolore possibile, poiché questi sono considerati i più preziosi. Tuttavia, se si desidera un diamante con un colore leggermente più elevato per risparmiare denaro, è importante assicurarsi che il colore sia equilibrato e non influisca negativamente sull’aspetto generale del diamante.

Quanta importanza ha il taglio di un diamante?

Il taglio si riferisce alla forma, alle dimensioni e alla proporzione del cristallo, ed è il criterio più importante per determinarne la bellezza e il valore. Un taglio ben eseguito può far risplendere un diamante e farlo apparire più grande e più luminoso, mentre un taglio scadente può farlo apparire spento e piccolo.

Ci sono diverse forme di taglio tra cui scegliere, tra cui la classica tonda a brillante, la forma a goccia, quella a cuore, la forma a pera e quella ovale. Ogni forma ha i propri vantaggi e svantaggi, quindi è importante scegliere la forma del taglio che meglio si adatta alle tue preferenze e al tuo budget.

La proporzione, l’altezza e la lunghezza del taglio sono altri aspetti importanti da considerare. Una proporzione ideale per un diamante a brillante è quando la lunghezza è pari al 58% della larghezza, questo garantisce un equilibrio perfetto tra la luce che entra nel diamante e quella che riflette. Anche l’altezza del taglio è importante, poiché un taglio troppo basso può far apparire il diamante meno luminoso.

La purezza del diamante

La purezza di un diamante si riferisce alla presenza di inclusioni o imperfezioni all’interno del cristallo. Le inclusioni sono spesso impurità o tracce di altri materiali presenti all’interno del cristallo, mentre le imperfezioni sono piccole crepe o inclusioni sulla superficie del diamante. La purezza è valutata su una scala da IF, Internally Flawless (Internamente Puro) a I3 (Inclusioni Visibili ad occhio nudo).

I diamanti con una purezza IF sono considerati i più preziosi, poiché non presentano inclusioni o imperfezioni visibili al microscopio. Questi diamanti sono molto rari e quindi molto costosi.

I diamanti con una purezza VVS1-VVS2 (molto, molto lievemente incluse) hanno inclusioni molto piccole e difficili da vedere anche con un microscopio. Questi diamanti sono ancora di alta qualità.

I diamanti con una purezza VS1-VS2 (lievemente incluse) hanno inclusioni visibili solo con un microscopio. Questi diamanti sono ancora di buona qualità e molto commerciabili.

Quelli con una purezza SI1-I1 (incluse) hanno inclusioni visibili anche senza un microscopio.

Tuttavia scegliere un diamante di purezza ottima, renderà il tuo gioiello spettacolare

Per info, preventivi o per avere il Catalogo Gratuito clicca sul bottone verde qui sotto 👇

 

Forse potrebbero interessarti altri articoli che parlano di:

Chiama Ora!